Mi infortunai durante un allenamento

Ciao a tutti!

Sono una ragazza molto sportiva e amo la mia disciplina, l' atletica leggera. Mi alleno, o meglio, allenavo sei volte a settimana in sedute da due/due ore e mezza l'una. Faticoso, stressante, frustrante ma era tutto per me. Un anno e mezzo fa però mi infortunai durante un allenamento ma a causa della mia testa dura e quella del mio allenatore, non ne feci caso. Perciò ho continuato a caricare finché il dolore si è fatto insopportabile.

Vengo da un gruppo molto forte, siamo tutti a livello nazionale e oltre. Sono la più piccola ma nonostante ciò, fino ad ora ero l'unica che non si era mai infortunata. Ma ora è da un anno che non corro più. Sono andata da tutti gli specialisti possibili ed immaginabili: fisioterapia, osteopata, ortopedico ecc; ma niente. Ho una pubalgia cronica e l'unico consiglio che mi hanno dato è quello di restare ferma. Difficile per una come me, ma devo. Ma stando comunque a riposo la situazione non è cambiata! Il problema è che questo dolore mi perseguita anche nella vita quotidiana: faccio fatica a fare le scale, a camminare a giorni, ad educazione fisica a scuola.

Ogni tanto riprovo a correre per vedere la situazione ma niente, siamo sempre lì.

Non mi immagino in nessun altro sport e non voglio finire in palestra.

Non so più che fare, mia mamma non sa più come aiutarmi. Il mio allenatore sembra si sia dimenticato di me già da un po': non chiede mie informazioni, non mi scrive, non si interessa più a me. Mi sento abbandonata da lui e dalle mio corpo.

Tempo fa mi hanno proposto una cura, ma totalmente al di fuori dalla mia possibilità economica. Mi sento persa, non sono più la stessa: Non sono più la più sportiva, quella attiva tra le mie amiche. Ho l'umore a pezzi, non riesco più a tirarmi su. .

Grazie per avermi ascoltato.

Scopri te stessa sotto un altro punto di luce

Cara Lisa,

leggendo ciò che hai scritto mi si è stretto il cuore. Con l'infortunio non hai solo perso lo sport, ma il gruppo, l'allenatore, uno sfogo per lo stress e la tua identità. Sicuramente l'infortunio è stato un colpo duro, che ancora non riesci ad accettare, ma è il primo passo per poter stare meglio.

Ti definisci come "la sportiva, quella attiva" e purtroppo questo ruolo ti è stato tolto. Dici che non riesci ad immaginarti in nessun altro sport, d'altro conto la tua vita girava attorno allo sport e smettere completamente con qualsiasi cosa non fa bene alla tua salute psichica. Magari potresti provare con cose più dolci come yoga o pilates, in modo da mantenere il corpo in movimento, ma senza sforzarlo. L'essere triste non giova alla tua salute, né fisica né mentale.

Oltre allo sport che hobby hai?  Sei una ragazza con un forte carattere e forza di volontà: usa queste tue qualità e prendi questa situazione come una sfida! In che campo della vita vuoi imparare qualcosa di nuovo? Sii curiosa di scoprire che altre attività ti possono rendere felice, sperimenta! Impara a conoscere te stessa sotto un altro punto di luce. Vedrai che ricomincerai a brillare!

Un forte abbraccio

Miriam


Rubrik: Identität Ich und mein Körper Sorgen

Indietro