sono "svuotata"

Buonasera,

Vi scrivo perché ultimamente (intendo da almeno 2 anni) sono "svuotata" dalle mie emozioni, alterno gioia pazzesca a uno stato di ansia che non mi fa respirare anche per cose futili. E questa mia ansia mi condiziona nella vita di tutti i giorni, ad esempio non riesco ad avere nessun tipo di rapporto amoroso con un ragazzo né sentimentale né fisico perché quando esco con qualcuno vengo colpa da un senso di angoscia incredibile che mi spinge ad allontanare tutti, anche se provo un forte interesse per loro.

Ovviamente non chiedo la fortmula magica per risolvere i problemi ma un consiglio su come uscire da questo tunnel, grazie in anticipo.

Non evitare le situazioni che ti fanno paura

Cara G.

innanzitutto ci tengo a dirti che il primo passo verso la "guarigione" sta nel capire dove sta il problema e successivamente avere il coraggio di cambiare le cose o chiedere aiuto. Tu stai già muovendo i primi passi. Brava!

Ora ti pongo alcune domande che ti possono fare chiarezza interiore, tu cerca di rispondere a te stessa con sincerità: ci sono momenti dove stai bene, dove ti senti a tuo agio? Ci sono situazione dove puoi ricaricare le batterie? Quali sono le attività che svogli volentieri? Cerca di riempire la tua vita con questi momenti e cerca di ristabilire una certa stabilità e serenità.

Ovviamente le relazioni interpersonali sono una parte importante della vita, ma alle volte si finisce per metterci troppa attenzione e ci si concentra su "ciò che non funziona" e non si vede ciò che invece "funziona". Inoltre più ci si concentra su questo tema, più stress si prova e nelle situazioni a tu-per-tu ci si sente fuori posto. Quindi, cara G., più ti preoccupi per le relazioni interpersonali, più sentirai l'ansia e l'angoscia; questo crea un brutto circolo vizioso. Perciò è importante riuscire ad affrontare le proprie paura ed affrontare le situazioni nonostante l'ansia che si prova. Perciò non evitare le situazioni sociali, bensì affrontale! Vedrai che con un po' di allenamento l'ansia e l'angoscia diminuiranno.

Ho notato che hai scritto in modo abbastanza preciso (due anni), quando questi sintomi sono iniziati. È successo qualcosa in particolare due anni fa? Se ti dovesse essere accaduto qualcosa, allora potresti prendere in considerazion l'idea di chiedere aiuto per elaborare la cosa. Inoltre due anni sono un periodo molto lungo quando si soffre; quindi, se non dovessi notare a breve dei miglioramenti grazie alla tua motivazione nel cambiare la situazione ed affrontare il problema e questi inpunt non ti avessero portata avanti, non esitare a chiedere sostegno ad un professionista.

Ti abbraccio forte!

Miriam



Rubrik: Liebe und Sex

Indietro